Logo bianco di Bentley Systems
Home / ES(D)G / ESDG / Transizione energetica / Il digital twin supporta l'efficienza energetica del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
Esplora altre storie sulle fonti rinnovabili e sulla rete

Il digital twin supporta l'efficienza energetica del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane

Italferr sostiene il progetto italiano di energia rinnovabile con la tecnologia di digital twin

Sfida nell'ambito della sostenibilità

Transizione energetica

Un rendering artistico di pannelli solari accanto a un binario ferroviario.

Punti salienti della storia

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite rilevanti

OSS 7, energia pulita e accessibile.

OSS 9, imprese, innovazione e infrastrutture.

OSS 13, lotta contro il cambiamento climatico.

Software utilizzati

Bentley Descartes, Bentley LumenRT, Bentley View, CONNECTION Client, ContextCapture, ContextCapture Viewer, iTwin, piattaforma iTwin, MicroStation, OpenBuildings Designer, OpenCities Map, OpenRail Designer, OpenRoads Designer, PLAXIS 2D, ProjectWise

Luogo

Italia

Organizzazione/Azienda

ITALFERR S.P.A.

In un grande sforzo per aumentare la quantità di energia rinnovabile senza emissioni di carbonio in Italia fino al 40% della produzione totale, il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sta installando parchi solari che genereranno complessivamente 2 gigawatt in 26 diverse località del paese. Oltre ai pannelli solari, ogni struttura richiede numerosi asset, tra cui supporto strutturale, sistemi di monitoraggio, sistemi di sicurezza, strade e recinzioni. La gestione di un progetto così vasto e complesso richiede una gestione rigorosa dei dati. Italferr, partner del progetto, ha utilizzato ProjectWise per stabilire un ambiente interconnesso di dati. Ha quindi utilizzato le applicazioni di progettazione di Bentley per creare digital twin di ogni sito, aiutando tutte le parti interessate a comprendere l'intento progettuale e a comunicare tra loro. Il processo ha migliorato la produttività, risparmiato ore di lavoro e ridotto la necessità di spostamenti in loco, contribuendo ad aumentare la produzione di energia solare in Italia del 10% e a continuare la transizione da una produzione di energia ad alta intensità di emissioni di carbonio.